Final Four: Il Pontedera rispetta il pronostico


30/03/2015 - La squadra di Sardelli è la prima finalista. Massa sconfitto 2–0

PONTEDERA–MASSA 2–0 (pt 0–0)

PONTEDERA: Garzella, Biondo, Scarpellini, Mannucci, Di Pace, Pucci, Rofi, Malacarne, Zunino, Bilancia, Stefanini, Turchetti. Allenatore: Sardelli.
MASSA: Raffo, Molinari, Bianchi, Ussi, Vignali, Perlamagna, Tarabella, Nari, Giammarinaro, Sermattei, Gaina. Allenatore: Menchini.
Arbitri: Coviello e Hodzalari di Pisa
Reti: 12'st Di Pace, 28'st Scarpellini
Note: Espulso: Sermattei; Ammoniti: Pucci, Sermattei, Scarpellini, Gaina

BORGO SAN LORENZO – Il Futsal Pontedera è soltanto lontano parente della squadra che ha dominato il campionato, ma pur disputando una partita ampiamente sotto tono, i ragazzi di Sardelli hanno conquistato la finale della Coppa Toscana di C2, ed ora sognano il double. Del resto è sinonimo di grande mentalità quella di saper soffrire in una serata no, portando comunque a casa un risultato importantissimo. 
La cronaca: Assenze pesanti per entrambe le formazioni: Pontedera senza il capitano e bomber Caciagli, stirato, Massa senza Tarabella, in panchina ma solo per onor di firma. Primo tempo che vede il Massa fare la partita. Dopo dieci minuti di studio la formazione apuana prende il controllo del gioco, anche se bisogna attendere il 16' per vedere il primo tiro in porta della partita. Ci prova Sermattei, ma Garzella è attento e respinge. Un minuto dopo il numero dieci biancazzurro sfiora ancora il gol, colpendo un palo interno clamoroso dal limite dell'area. La risposta del Pontedera sta tutta in un'iniziativa personale di Rofi, il più intraprendente degli uomini di Sardelli, che con un diagonale costringe Raffo alla deviazione in corner. Gli ultimi dieci minuti della prima frazione sono tutti ad appannaggio del Massa, i cui attacchi si infrangono sul muro difensivo bianconero. Lo spiraglio giusto lo trova Bianchi al 28', ma Garzella dice no. E' l'ultima azione degna di nota del primo tempo, che si conclude a rei inviolate. Nella ripresa il Pontedera sembra iniziare con un altro piglio, ma è soltanto un fuoco di paglia. Il Massa riprende in mano il pallino del gioco, ma si conferma poco deciso sotto porta, come dimostra un diagonale di Sermattei al 6'. Il Pontedera ci prova un paio di volte dalla distanza con Scarpellini, ma non sembra avere lo spunto per creare problemi a Raffo. Al 12', però, l'episodio che cambia l'inerzia del match. Tiro deboe di Di Pace che sorprende in maniera clamorosa il portiere del Massa sul secondo palo: 1–0. Gli apuani si gettano a capo basso alla ricerca del pari. Al 15' Vignali impegna Garzella e un minuto dopo Gaina, servito da Nari, spedisce fuori incredibilmente a porta vuota. Questo errore ridà vigore agli attacchi del Pontedera, che sfiorano il raddoppio al 23' con un gran tiro di Di Pace che si stampa sul palo. Al 26' l'altro episodio che chiude di fatto la partita. Sermattei, già ammonito, viene sanzionato con il secondo giallo per fallo di mano. In superiorità numerica il Pontedera trova il 2–0 con Scarpellini. Gli ultimi minuti sono un assedio alla porta di Garzella, che si conferma il migliore dei suoi sfoderando un paio di interventi di altissimo livello.