FUTSAL WORLD CUP 2016: Portogallo in semifinale


26/09/2016 - I lusitano piegano la resistenza dell´Azerbaijan con Ricardinho

AZERBAIJAN–PORTOGALLO 2–3 (1–2) highlights
Azerbaijan: Kurdov, Thiago Bolinha, Gallo, Atayev, Eduardo, Chovdarov, Farzaliyev, Poletto, Baghirov, Borisov. Allenatore: Miltinho
Portogallo: Bebe, Bruno Coelho, Cardinal, Joao Matos, Ricardinho; Andrè, Miguel Castro, Fabio Cecilio, Djo, Re, Vitor Hugo, Tiago Brito, Cristiano. Allenatore: Braz
Arbitri: Cabrera (Cub), Katemo (Ang), Hnich (Mar); Crono: Alshami (Uae)
Reti: Djo 7'27'', T. Bolinha 12'01'', Joao Matos 17'48'', Ricardinho 27'42'', Eduardo 34'27''

Avanti Portogallo, ciao Azerbaijan. I Lusitani conquistano la semifinale mondiale 16 anni dopo l'unica volta (Guatemala 2000) imponendosi 3–2 contro un avversario che, nonostante le pesantissime assenze di Vassoura, Fineo e del portiere Huseynli, è riuscito a tenere botta per tutto il match. Porogallo in vantaggio al 7' con Djo, che sorprende Kurdov sul primo palo da posizione defilata. Risposta dell'Azaerbaijan al 12' con il pareggio di Thiago Bolinha, ben appostato sul secondo palo. Il Portogallo fa la partita, ma non riesce a trovare gli spiragli giusti contro l'attenta difesa azera. Così per sbloccare il risultato serve un gol....calcistico. Al 17' calcio d'angolo battuto da Cardinal con una sorta di cross in area sul quale arriva alla deviazione di testa Joao Matos: 2–1. La ripresa si apre con il solito canovaccio. Lusitani all'assalto e vicini alla terza rete con Djo (che ammonito salterà la semifinale con l'Argentina). A firmare il +2 ci pensa allora il solito, immenso Ricardinho, con un'altra delle sue magie. Su imbucata a mezz'altezza di Joao Matos il numero dieci portoghese trova la deviazione volante a metà con polpaccio e tacco. Un gol magnifico, che vale il 3–1. All'Azerbaijan non resta che tentare la carta del portiere di movimento, che al 14' produce la rete del 3–2 con Eduardo, che beffa sotto le gambe un colpevole Bebe dalla line di fondo. Ancora un gravissimo errore del portiere portoghese consente a Poletto di calciare a botta sicura, ma la conclusione si stampa sulla traversa.