C2/A: Il commento alla prima giornata


20/09/2017 - Colpacci di Rotino e Arpi Nova in trasferta. Convince il Massa. Di misura il Coiano SL

La prima giornata del girone "mare" della C2 ha mantenuto le premesse estive, regalando gol e spettacolo su tutti i campi. Si prospetta una stagione di altissimo livello, con grande equilibrio e una lotta per il vertice senza precedenti. 
I numeri – Che sia un campionato aperto a tutto lo dimostrano le sei vittorie esterne su sette partite giocate. La sensazione è che il fattore campo peserà meno in un girone dove quasi tutti possono vincere contro tutti. 53 i gol messi a segno, appena tre in meno rispetto alla prima giornata della passata stagione.
Il commento – C'era grande attesa per i primi due scontri diretti tra le magnifiche otto che si contenderanno i cinque posti al sole alla fine del campionato. La vittoria più netta è stata quella ottenuta dal Rotino Livorno sul campo del Versilia. Nonostante l'assenza dello squalificato Digiacomantonio (colpo del mercato amaranto), i ragazzi di Agosti hanno imposto la loro qualità andando avanti 3–0 nel primo tempo con i gol di Bandinelli, Salvini e Camposeo. Nella ripresa una doppietta di Bianchi ha riaperto la partita, ma ancora Bandinelli e Pipeschi l'hanno chiusa per il 5–2 finale. Per il Rotino è la dodicesima vittoria consecutiva e il tredicesimo risultato utile consecutivo. Una striscia iniziata lo scorso 9 dicembre. 
Partita combattuta fin dai primi minuti quella tra MontecatiniMurialdo e Arpi Nova, con i pistoiesi che alla fine sono dovuti capitolare 5–4. Nel primo tempo la squadra di Vitale va due volte in vantaggio, prima con Gravina e poi Tramonti, ma viene rimontata in entrambi i casi da Rozzi e Bardini. Nel secondo tempo arriva il 3–2 di Masti, che indirizza Quattrini verso l'utilizzo del portiere di movimento. La mossa non produce gli effetti sperati, anzi. L'Arpi colpisce altre due volte con Tramonti e Masti e a nulla servono nel finale le reti di Bardini e Di Lalla, se non a rendere meno amaro l'esordio casalingo. 
La risposta più eclatante a queste due vittorie l'ha fornita il Massa, strapazzando a domicilio una squadra di buon livello come il Poggio a Caiano. Gli apuani hanno passeggiato in casa dei medicei, ottenendo la vittoria più netta di questa prima giornata. 8–3 il punteggio finale, dopo che il primo tempo si era chiuso sul 3–0. Determinanti le doppiette di Ndreko, Cattani e Manfredi. In gol anche Tarabella e Tenerani. 
Netta affermaizone in trasferta anche per la Trident Sport, vittoriosa 6–3 sul campo dell'Isola d'Elba Soul Sport nel postitipo del sabato pomeriggio. A decidere la gara le doppiette del bomber Borsacchi e dell'allenatore–giocatore Maraia, a cui si sono aggiunti nel tabellino dei marcatori anche Paolicchi e Mammoliti. 
Tra le big quella che ha sofferto di più per portare a casa i tre punti è stata il Coiano Santa Lucia. Privi dello squalificato Nozzoli i gialloblu hanno stentato contro un Monsummano che ha iniziato la stagione con lo stesso piglio di quella scorsa, dimostrandosi squadra in grado di impensierire chiunque. Pistoiesi avanti 1–0 all'intervallo con Marziotti, ma nel secondo tempo ci hanno pensato il sempeterno Guasti (che non segnava da oltre un anno) e Fiumanò a ribaltare il risultato, poi blindato con esperienza dai ragazzi di Tesi. Quella dei pratesi è stata anche l'unica vittoria casalinga di questa giornata. 
Partita ricchissima di emozioni quella andata in scena sotto la pioggia tra Five To Five e Empoli. Anche in questo caso il successo è arrivato in rimonta, dopo che i padroni di casa avevano chiuso 2–1 all'intervallo con le reti di Garcea (classe '99 ex Cus e Rappresentativa Allievi) e Frassinesi. Nella ripresa girandola di emozioni che alla fine ha sorriso alla ripescata matricola fiorentina. Tris per bomber Frediani e doppietta per il genietto Zito, due giocatori di categoria superiore che hanno subito mostrato il loro peso specifico in questo campionato. 
Chiudiamo con lo scontro salvezza tra Unione Montalbano e Timec. Non ha portato fortuna ai pistoiesi l'esordio nello splendido palazzetto di Ponte Buggianese. Malucchi e compagni si sono dovuti arrendere 4–1 alla squadra di Zanacchini (per lui esordio assoluto come allenatore). In gol Rizzuto (in un'inedita versione goleador), Scalise e Manzan. Inutile la rete di Bianco per l'Unione.