C1: Il commento alla 16^ giornata


01/02/2018 - Lastrigiana e Mattagnanese, fuga lanciata. Ad ora niente playoff

Lo scenario della C1 2017/18 sembra essere sempre più simile a quello del massimo campionato 2014/15, quando Cdp Coiano e Bulls Prato fecero corsa a sé, chiudendo al primo e secondo posto con 24 e 23 punti di vantaggio sulla terza, il Real Fucecchio. Dopo la 16^ giornata, con altre dieci da giocare, Latrigiana e Mattagnanese hanno piazzato un altro scatto che ha lasciato al palo le rivali. Come due ciclisti in fuga verso un Gran Premio della Montagna, le due corazzate hanno prima allungato sulle inseguitrici, poi, rendendosi conto delle difficoltà dei rivali, si sono alzate sui pedali e hanno spinto ancora più forte. Il risultato è il +12 e il +11 sulla terza della classa, il Bagnolo. 
I numeri: La Lastrigiana peraltro è stata l'unica squadra capace di vincere in casa in questo turno di campionato. Si sono infatti registrati tre successi esterni (Mattagnanese, Real Livorno e Verag Villaggio) e ben tre pareggi per 2–2, tra cui il primo assoluto in questo campionato per l'Euroflorence, unica squadra che non aveva ancora riempito la casellina delle "X". Nell'altalena per la palma di miglior attacco la Mattagnanese torna a condurre, 86 a 84, sulla Lastrigiana. Ampio il vantaggio dei mugellani come miglior difesa, con 18 reti subite, poco più di una a partita. Firenze e Calcetto Insieme restano peggior attacco e peggior difesa, ma più che di questi numeri devono guardarsi da una classifica che al momento li vedrebbe entrambi retrocessi in C2. Infine Leroy Righeschi, con il poker al San Giovanni, si porta a quota 33 in classifca marcatori, staccando in maniera forse decisiva tutti gli altri bomber del torneo. 
La cronaca: 16^ giornata vista come uno degli snodi chiave di questo campionato con Lastrigiana e Mattagnanese opposte a Vigor Fucecchio e San Giovanni, due delle squadre più in forma del momento. Entrambe, seppur in maniera diversa, hanno sofferto non poco per portare a casa i tre punti. La capolista si è imposta 3–2 contro un avversario brillante e frizzante, che dopo essere andato sotto due volte per le reti di Balestri ha saputo reagire con D'Agostino e Scaramozzino inchiodando la partita sul 2–2. A decidere la sfida Giacomo Migliacci, l'uomo di maggior esperienza della rosa di Toria, con doverosa dedica all'amico infortunato Vincenzo Di Lauro. Più netta nel punteggio (6–2) e per di più arrivata fuori casa, la vittoria della Mattagnanese. Ma per un tempo il San Giovanni è riuscito a mettere sotto scacco i mugellani, grazie ad un Bertocci particolarmente ispirato. 2–2 all'intervallo, ma nella ripresa i rossoverdi hanno cambiato marcia. Altre due reti di Righeschi, Secchioni e Bearzi hanno sigillato il risultato. Una vittoria pesantissima, ottenuta sull'unico campo dove è caduta la Lastrigiana. 
Se le prime due della classe viaggiano a ritmo spedito, dietro vince soltanto una delle sei inseguitrici. Detto di Vigor Fucecchio e San Giovanni, non riesce a tornare alla vittoria il Bagnolo, fermato sul pareggio dal Pontedera. La squadra di Grandi era riuscita a chiudere avanti il primo tempo con un gol di Rizzuto, ma nella ripresa si è dovuta accontentare del 2–2 (Miriati e reti di Patetta e Camero). Un punticino che interrompe la striscia di tre sconfitte consecutive, ma che allonana ulteriormente i playoff. Per i ragazzi di Sardelli, invece, un altro risultato positivo e il +9 sul penultimo posto. 
Unica squadra a vincere tra quelle che sperano negli spareggi promozione è stata il Real Livorno. Netta l'affermazione dei labronici sul campo del Firenze, sconfitto 7–3 con show personale di Nicola Lepori, autore di una tripletta. Per la squadra di Del Giudice primo successo del 2018 dopo due sconfitte, un solo punto dal terzo posto e la consapevolezza di avere nelle prossime due giornate un calendario da sfruttare a proprio favore per arrivare al meglio allo scontro casalingo con la Lastrigiana. Buio pesto invece per il Firenze, che scivola a –11 dal quintultimo posto e al momento sarebbe in C2. 
Dopo quattro vittorie consecutive incespica, un po' a sorpresa, l'Euroflorence. Tra le mura amiche del PalaSancat i viola di Robuschi sono stati bloccati sul 2–2 dalla Sestoese. Partita equilibratissima, con un primo tempo chiuso addirittura a reti bianche. Nella ripresa botta e risposta tra le due squadre con gli ospiti che hanno rischiato anche di vincere dopo l'espulsione di Lito. Per la truppa di Panzi è un punto prezioso, che conferma l'ottimo stato di forma evidenziato nel successo della settimana precedente sul Bagnolo. Soprattutto adesso sarebbe salvezza diretta senza passare dai playout. 
Sorba indigesta per il Futsal Siena, che dopo la sconfitta casalinga dell'andata non è riuscita ad imporsi nemmeno nella gara di ritorno. Primo tempo che ha visto i bianconeri andare al riposo in vantaggio 2–1 grazie alla doppietta di Lucchesi (rigore + tiro libero). Nella ripresa ci ha pensato il solito Fontani a rimettere le cose a posto, permettendo alla sua squadra di conquistare il primo punto del girone di ritorno e di rimanere agganciata al Pontedera. Il Siena, invece, raggiunge la Vigor Fucecchio in settima posizione. 
Infine il successo della Verag Villaggio in casa del Calcetto Insieme, che appariva scontato alla vigilia e che invece ha visto la formazione lucchese confrontarsi alla pari con quella pratese. Nel primo tempo la squadra di Pullerà sembrava aver trovato l'allungo decisivo, chiudendo 5–3, ma i padroni di casa sono stati capaci di tenere botta fino al 7–7, prima di essere staccati nel finale di quattro reti. Ancora decisivo nelle fila della Verag, Raimond Bibaj, autore di una tripletta. Rossi e compagni tornano a fare punti in trasferta dopo oltre un girone, visto che l'unica vittoria lontana da casa (a cui erano seguite tutte sconfitte) risaliva al 15 settembre, prima giornata di campionato, a Sesto Fiorentino. 
LA CLASSIFICA