Coppa Italia Regionale: Mattagnanese ai quarti


28/02/2018 - Pordenone eliminato nonostante la sconfitta per 3–2. Continua il sogno Final Four

PORDENONE–MATTAGNANESE 3–2 (1–2)
MARTINEL PORDENONE: Cantoni, Perin, Solaja, Tosoni, Ermacora, Spadotto, Accatante, Barzan, Milanese, Fiorot, Finato, Grzelj. Allenatore: Asquini.
MATTAGNANESE BSL: Fredducci, Nardini, Cianferoni, Votano, Bearzi, Giordani, Mei, Dallai, Secchioni, Righeschi, Mucaj, Francini. Allenatore: Bearzi.
Arbitri: Voltarel (Treviso) e Pozzobon (Treviso)
Reti: Secchioni, Finato, Righeschi, Finato e Accatante.
Note: Ammoniti: Solaja e Finato ; Espulsi: Solaja, Giordani e Perin

PORDENONE – La prima sconfitta stagionale per la Mattagnanese arriva dopo 24 partite, ma è anche il più piacevole dei ko. I rossoverdi, infatti, nonostante il 3–2 subito nel return match del primo turno, si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia regionale e vede più vicino il sogno della Final Four. La squadra di Bearzi e Del Re ravviva così una tradizione nella competizione che negli ultimi anni aveva visto le squadre toscane quasi sempre eliminate al primo turno. L'ultimo risultato di rilievo risale al 2004/05, quando il Dream Team Viareggio (allora in C2) perse la finale contro il Ruvo allenato da un giovanissimo Massimiliano Bellarte. In precedenza finale persa anche per la Poggibonsese, nel 93/94 contro la Castellana Grotte, nell'anno dopo l'unico successo targato da una squadra toscana, il Prato, che trionfò nella prima edizione del torne battendo proprio la squadra pugliese. Nei quarti di finale la Mattagnanese troverà la vincente tra Athletic C5, società di Chiavari, ed il Top Five di Grugliasco. All'andata 2–0 per i liguri. 
LA CRONACA (vista dal Pordenone):  Davanti ad oltre 400 persone che hanno gremito gli spalti del Pala Flora, a fare la partita sono, ovviamente, i padroni di casa che vanno subito a disturbare un ottimo Fredducci tra i pali con Solaja già al 2’. Due minuti più tardi occasione anche per Barzan in area, servito da Grzelj, mentre dall’altra parte ci prova Righeschi dalla distanza. Ancora Solaja tra i più pericolosi al 7’ ed all’8’ di gioco, con Finato che al 10’ va vicinissimo al goal servito da Milanese a due passi dalla porta. Il match lo sblocca la Mattagnanese al 18’, con Secchioni, ma la rete non gela il Pala Flora, anzi, aumenta il calore del pubblico. Calore ripagato al 22’ dal bomber Finato che finalizza la gran giocata dalla destra di Accatante, il quale si libera di forza degli avversari e serve il compagno sul secondo palo. Gara ancora apertissima fino al 29’ quando Solaja commette il sesto fallo e viene espulso per proteste, regalando così il tiro libero agli avversari che non sbagliano con Righeschi. Sotto di un goal, la Martinel Pordenone prova a riaprire quanto prima la gara ed ha subito due buone occasioni nei primi minuti della ripresa; al 4’ Accatante è parato da Fredducci, attento anche sulla ribattuta di Milanese. Dall’altra parte ci prova Giordani in ripartenza ma Cantoni tiene in partita i compagni, così come lo stesso Fredducci che all’8’ fa una gran parata sul calcio piazzato di Accatante dal limite. La Mattagnanese si barrica nella propria metà campo con i ramarri che faticano a sfondare le linee difensive dei toscani. La scossa la dà mister Asquini che si gioca la carta del portiere di movimento con Accatante, ed è così che al 19’ nasce l’azione goal con Finato che insacca a rete l’assist di Milanese. Al 21’ viene espulso Giordani ed i ramarri ne approfittano per colpire nuovamente gli avversari, con un goal ”sotto il sette” di Accatante. A frenare l’entusiamo ci pensa allora il due arbitrale che allontana dal rettangolo anche Perin, frenando, di fatto, ogni ultima speranza dei nostri che vanno comunque vicini al goal con Grzelj al 30’ ma Fredducci compie un’altro, ultimo, mezzo miracolo, consegnando definitivamente il passaggio del turno a Bearzi e compagni.