Torneo delle Regioni: parla Antonio Scocca


22/04/2018 - "Juniores squadra di punta. Puntiamo alla crescita delle altre"

Iniziato il Torneo delle Regioni 2018 e il responsabile per il calcio a 5 della Toscana, Antonio Scocca, analizza così questa avventura.  “Per il secondo anno ci presentiamo al via con quattro Rappresentative, una conferma importante. Un ringraziamento a tutti i tecnici e ai componenti degli staff che si sono adoperati durante tutto il percorso e a quelle società che ci hanno ospitato in questi mesi, senza il quale non saremmo riusciti a lavorare con queste modalità. L'obiettivo è quello di ben figurare in tutte le categorie, anche se con prospettive diverse.  Il livello dei nostri Giovanissimi sta crescendo, pur partendo da un punto abbastanza basso rispetto alle altre regioni. Il lavoro sta dando buoni frutti anche grazie a realtà vicine al calcio. Quest'anno abbiamo un tecnico giovane, Emanuele Begliomini, carico di entusiasmo. In questa categoria è importante esserci e crescere passo dopo passo. 
Negli 
Allievi SimoneVassarelli ha meritato la conferma dopo il lavoro svolto nei Giovanissimi nel Torneo passato. Una formazione che fa parte di quella fascia giovane che ha ampi margini di crescita. Negli ultimi due anni abbiamo ottenuto risultati importanti, ma non dobbiamo dimenticare che ci confrontiamo con regioni che sono ancora diversi passi davanti a noi.  La Juniores è una bellissima squadra, sicuramente quella di punta di questa spedizione, affidata ad un tecnico che ha già tre anni di esperienza nel Torneo come Simone Banchini. Può contare su molti giocatori che trovano spazio da protagonisti nelle prime squadre. Sono giocatori importanti di società importanti, che nel corso di questa stagione hanno ottenuto risultato eccellenti. La Femminile non ha minimamente continuità con l'ultima squadra, fatta eccezione per una giocatrice, il nostro capitano. Devo ringraziare un tecnico come Suso Rey, che si è messo al servizio di un movimento che ha perso due società che si sono confermate anche nel nazionale due autentiche fuoriserie. Il mister si è messo a disposizione di tutti con grande umiltà. Veniamo dalla finale prestigiosa dell'anno scorso, ma anche dalla delusione di non aver portato a casa un torneo con giocatrici fantastiche, che hanno fatto la differenza anche in A2. Purtroppo il sorteggio non ci è stato favorevole, contro regioni che hanno una tradizione ed un lavoro negli anni che può portarci a risultati negativi. Però stiamo ricucendo lo strappo e chissà che non ci siano sorprese".