Final Eight: continua il sogno


09/03/2019 - Città di Massa in finale!

BE BOARD RUVO–CITTÀ DI MASSA 2–4 dcr (1–1) 
BE BOARD RUVO: Mastrorilli, Mazzone, Garcia Rubio, Marquina, Iglesias, Amoruso, Ciliberti, Campanale, Mastropirro, Guastamacchia, Fracchiola, Pellicani. All. Piacenza 
CITTÀ DI MASSA: Dodaro, Quintin Mayoral, Bandinelli, Linero Garrote, Berti, Battelli, Cattani, Carozzo, Bandinelli, Perciavalle, Salvini, Zoppi. All. Garzelli 
ARBITRI: Alessandro Cannizzaro (Ravenna), Raffaele Buonocore (Castellamare) CRONO: Gabriele Gerardi (Pescara) 
RETI: 6'08" p.t. Linero Garrote (CM), 11'04" Ciliberti (BBR), 1'26" s.t. aut. Zoppi (BBR), 11'15" Perciavalle (CM)
Note: Ammoniti: Garrote, Quintin
SEQUENZA RIGORI: Linero Garrote (CM) gol, Ciliberti (R) fuori, Bandinelli (CM) gol, Miguel (R) parato 

CAMPOBASSO – Il Città di Massa vince ancora ai rigori e si qualifica per la finalissima di Coppa Italia di Serie B, dove trova il Real San Giuseppe. Altra vittoria in rimonta per la squadra bianconera, che diventa la quarta toscana dopo San Michele Poggio a Caiano, Atlante Grosseto e Poggibonsese a raggiungere questo risultato. 
La cronaca: Rispetto al quarto di finale contro il Cus Molise, Garzelli deve rinunciare agli squalificati Manfredi e Ussi. La scelta tattica di Garzelli in avvio di partita è quella di aspettare le iniziative del Ruvo per cercare di ripartire in contropiede. La prima occasione è per i pugliesi, con Dodaro che si fa trovare pronto. Primi minuti con continui capovolgimenti di fronte, che però favoriscono un'altra chance per Mazzone, ma Dodaro è ancora decisivo. Il portiere massese è il grande protagonista di questa fase, con un'altra grande respinta su tiro dell'ex Inter Movistar Marquina. Il Città di Massa sa soffrire e alla prima occasine colpisce. Gran numero di Garrote in mezzo a due e preciso tiro di punta che batte Mastrolilli per l'1–0 bianconero. La squadra di Garzelli prende coraggio e prova ad affondare con Perciavalle, ma il portiere avversario stavolta si fa trovare pronto. Altra grande chance per il Città di Massa, con Bandinelli che serve Zoppi, ma come ieri contro il Cus il giocatore apuano calcia troppo debolmente. Gol sbagliato e gol subito, vecchia regola che condanna il Città di Massa al pareggio, realizzato con una grande girata da Ciliberti. Il Ruvo prende coraggio e sfiora due volte il raddoppio, ma in entrambe le occasioni Dodaro si esalta e dice no. I bianconeri si rifanno vivi in avanti con un calcio di punizione di Perciavalle, respinto da Mastrolilli. Match che viaggia sui binari dell'equilibrio, con il Massa che spreca una grande occasione con una ripartenza di Garrote non finalizzata a dovere. Sull'azione successiva Dodaro, Zoppi e il palo salvano miracolosamente il risultato. E' questa l'ultima emozione del primo tempo. 
La ripresa si apre con il Ruvo a testa bassa e prima Mazzone impegna Dodaro, poi Zoppi con una sfortunata deviazione su un tiro di Miguel Garcia infila nella propria porta, regalando il vantaggio ai pugliesi. Il Città di Massa prova a reagire, ma il Ruvo mantiene il pallino del gioco senza concedere occasioni alla squadra di Garzelli. Bisogna aspettare il 10' per vedere i bianconeri dalle parti di Mastrolilli, con Berti che da posizione ravvicinata impegna il portiere. E' il prologo al pareggio di Perciavalle, servito a meraviglia da Garrote e bravissimo ad eludere l'intervento dell'avversario e a mettere dentro il gol del 2–2. Risposta Ruvo affidata ad una punizione di Miguel Garcia deviata da Dodaro sul palo. Nel finale il Città di Massa rischia grosso, concedendo a Marquina e Mazzone di arrivare a tu per tu con Dodaro, ancora determinante. Si va così ai calci di rigore, dove Garrote e Bandinelli non sbagliano, mentre Ciliberti calcia fuori e Miguel si fa ipnotizzare da Dodaro.